L’ansia e’ una risposta fisiologica normale e naturale di cui tutti noi abbiamo esperienza. L’ansia infatti e’ una risposta evolutiva che ci aiuta a evitare situazioni che potrebbero metterci in pericolo. Tuttavia, quando l’ansia e’ piu’ severa e duratura puo’ risultare in un disturbo di ansia e interferire negativamente sulla vita di una persona. I disturbi d’ansia possono manifestarsi dall’infanzia, spesso a scuola, e persistere per tutto il ciclo di vita. Ci sono diversi sintomi dell’ansia in quanto puo’ avere effetto su diversi sistemi corporei, e non solo sulla mente. I sintomi psicologici comprendono preoccupazioni eccessive, irritabilita’, calo di concentrazione e stanchezza. Gli effetti comportamentali possono portare all’evitamento di determinate situazioni, ad avere compulsioni o a dover scappare da situazioni che producono ansia.  Infine, i sintomi possono essere gastrointestinali, causando diarrea o costipazione, cardiovascolari risultando in iperventilazione, muscoloscheletici causando dolore e infine neurologici manifestandosi in questo caso con mal di testa o giramenti di testa. Inoltre l’ansia puo’ essere spesso associata a depressione. A causa dei numerosi sintomi provocati, l’ansia puo’ essere un disturbo estremamente debilitante, per cui si consiglia si chiedere aiuto e supporto psicologico.

Ci sono diverse categorie di disturbi d’ansia:

Il disturbo d’ansia generalizzato (GAD) causa ansia e preoccupazione che possono manifestarsi in diverse situazioni e per i piu’ svariati motivi. Per questo, puo’ essere molto difficile capirne la causa. Le persone affette da GAD si preoccupano spesso di cose che potrebbero non andare per il verso giusto e delle loro scarsa abilita’ di gestire tali situazioni. Sintomi psicologici e fisiologici fanno spesso parte di questo disturbo.

Gli attacchi di panico possono accompagnare diversi disturbi di ansia causando molta preoccupazione che l’attacco si possa ripetere in futuro. L’attacco di panico e’ un improvviso arousal di estremo terrore e paura non appropriato alla situazione. Si manifestano sintomi come tremore, male al petto, sudorazione e nausea. Le persone che attraversano un attacco di panico pensano spesso di morire a causa della sua intensita’.

Le fobie sono paure specifiche descritte come irrazionali, eccessive e persistenti. Ad esempio possono manifestarsi nella paura dei luogi affollati (agorafobia). La fobia sociale e’ molto comune e porta alla paura di affrontare situazioni sociali e alla preoccupazione di essere esaminati pubblicamente. Altre fobie sono la paura dei ragni, del sangue, le vertigini etc. Questa eccessiva paura porta spesso ad evitare determinate situazioni portando ad un aumento ancora maggiore dell’ansia.

Il disturbo da stress post traumatico (PTSD) si sviluppa in seguito ad un evento angosciante come un incidente o un’esperienza di abuso. Gli effetti del PTSD possono risultare in sogni o flashbacks in cui l’esperienze viene nuovamente vissuta oltre a portare a pensare constantemente al trauma, al torpore emotivo, o all’irritabilita’ e alla vigilanza.

Il disturbo ossessivo compulsivo (OCD) risulta in pensieri ossessivi e comportamenti compulsivi causati da livelli di ansia molto elevati. I pensieri ossessivi sono immagini e idee ricorrenti e indesiderate su cui non si ha alcun controllo. Queste immagini e idee possono essere, tra molte altre, paure di contaminazione o di lesioni personali. Le compulsioni che ne risultano sono comportamenti ripetitivi o attivita’ mentali utilizzati come modo per sentirsi in controllo della situazione.

Eleonora Corvetta

Potrebbe interessarti leggere…

Write a comment:

*

Your email address will not be published.